Cronologia

Le associazioni ambientaliste lanciano l’offensiva per la biodiversità e il paesaggio 

In considerazione della persistente distruzione della natura e del paesaggio, quattro associazioni di protezione della natura, dell’ambiente e del patrimonio hanno deciso nel marzo 2019 di affrontare questa deplorevole situazione con due iniziative popolari, note come «doppia iniziativa». Pro Natura, BirdLife Suisse, Patrimonio svizzero e la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio hanno costituito l’associazione promotrice «Sì alla natura, al paesaggio e alla cultura della costruzione» e hanno depositato ufficialmente l’«Iniziativa biodiversità» e l’«Iniziativa paesaggio» nel settembre 2020. Nel frattempo, la cerchia delle organizzazioni a sostegno si allarga sempre più. 

Cronologia dell’Initiativa paesaggio

[
2019

Lancio

Lancio dell’Iniziativa biodiversità e dell’Iniziativa paesaggio come doppia iniziativa il 28 marzo 2019. 

[
2020

Deposito

L’Iniziativa paesaggio è depositata presso la Cancelleria federale l’8 settembre 2020 corredata di 105’000 firme. Il 16 ottobre la Cancelleria federale attesta la riuscita dell’iniziativa con 104’487 firme valide. 

[
2020

Revisione della legge sulla pianificazione del territorio

Poco dopo il deposito dell’iniziativa, nel settembre 2020 la commissione del Consiglio degli Stati incaricata dell’esame preliminare (CAPTE-S) decide di entrare in materia sul progetto del Consiglio federale per la revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2), precedentemente respinta dal Consiglio nazionale. 

 


[
2020

Consiglio federale

Il 18 dicembre 2020, il Consiglio federale decide di respingere l’Iniziativa paesaggio e di elaborare un controprogetto indiretto che recepisca l’obiettivo principale dell’iniziativa: rafforzare il principio della separazione dei comprensori edificabili da quelli non edificabili

 

 


[
2021

Controprogetto indiretto all’Iniziativa paesaggio

Il 12 maggio 2021 il Consiglio federale annuncia la rinuncia a elaborare un proprio controprogetto indiretto all’Iniziativa paesaggio. Il progetto della Commissione dell’ambiente del Consiglio degli Stati sulla revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2), che è stato nuovamente adattato a seguito dell’iniziativa, prenderebbe già in considerazione i punti cardine dell’iniziativa.  


[
2021

Controprogetto adattato

Il progetto per la seconda fase della revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio (LPT2), che sarà inviato in consultazione dall’UREK-S nel maggio 2021 come controprogetto indiretto, non è sufficiente per l’associazione promotrice dell’iniziativa paesaggio (comunicato stampa del 9 settembre 2021). La consultazione termina a metà settembre 2021.

[
2022

Sulla base dei risultati della consultazione, la CAPTE-S rivede nuovamente la revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio. La nuova versione sarà adottata l’11 maggio 2022. L’associazione promotrice dell’iniziativa paesaggio accoglie con favore questa nuova versione, che riprende le preoccupazioni più importanti dell’iniziativa, ma esprime anche perplessità su singoli aspetti della revisione.

[
NON PRIMA DEL 2024

Votazione

Il Parlamento tratterà l’Iniziativa paesaggio e la seconda fase della revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2), che potrebbe essere un controprogetto indiretto all’Iniziativa, tra il 2022 e il 2023. Un’eventuale votazione si terrà non prima del 2024 o 2025.

Gran parte di ciò che assicura il nostro futuro è oggi in gioco: biotopi importanti come le zone golenali e le paludi sono a rischio di impoverimento se non addirittura di scomparsa. E con loro specie animali e vegetali.

A livello politico, nonostante lo stato allarmante della biodiversità, nulla si muove. Lo stesso vale per i paesaggi svizzeri e il patrimonio culturale edificato. Le vigenti norme di protezione vengono allentate a favore di interessi di utilizzo unilaterali. Le conseguenze, visibili ormai in tutto il Paese, sono paesaggi cementificati e l’annichilimento della cultura della costruzione. 

  • L’Iniziativa biodiversità chiede piu superficie e piu risorse per la salvaguardia e il rafforzamento della biodiversità. Garantisce una migliore tenuta in considerazione della natura, del paesaggio e del patrimonio culturale. 
  • L’Iniziativa paesaggio mette fine alla crescente cementificazione dei terreni coltivi e pone chiari limiti al boom edilizio al di fuori delle zone edificabili. 

Dal loro deposito, le due iniziative hanno preso strade diverse attraverso le istanze. Gli intenti dell’Iniziativa paesaggio dovrebbero essere accolti nella revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2). Riguardo all’Iniziativa biodiversità, il Consiglio federale ha presentato un controprogetto indiretto. 

Sostenere l'iniziativa

Sostieni l’Iniziativa paesaggio mediante un dono!

Abbonarsi alla Newsletter

Informazioni sempre attuali con la Newsletter dell’Iniziativa paesaggio.

Condividi i contenuti

Fai conoscere l’Iniziativa paesaggio sui social.

           

Copy link