Messaggio del Consiglio federale concernente l’Iniziativa paesaggio

Tocca ora al Parlamento proporre un controprogetto efficace

01.9.2021

© On_the_road_1980

L’associazione promotrice dell’iniziativa paesaggio si ralleggra che il Consiglio federale, nel suo messaggio pubblicato oggi, confermi ancora una volta il suo sostegno agli obiettivi dell’iniziativa, vale a dire il rafforzamento del principio di separazione e l’auspicata limitazione del numero di edifici e della superficie da essi occupata nei comprensori non edificabili. Tuttavia, il controprogetto elaborato della commissione dell’ambiente del Consiglio degli Stati CAPTE-S è insufficiente. Spetta ora al Parlamento fare il suo lavoro.

Nel messaggio sull’iniziativa paesaggio pubblicato oggi, il Consiglio federale descrive il rafforzamento del principio di separazione e la limitazione del numero di edifici e della superficie da essi occupata nei comprensori non edificabili come « un approccio adeguato per poter frenare la continua perdita di terreno coltivo ».

Tuttavia, se il Consiglio federale accusa l’iniziativa di non fare proposte concrete per l’attuazione, questa richiesta è ora rivolta al Parlamento, che elaborerà un controprogetto. Infatti il progetto di revisione della legge sulla pianificazione territoriale attualmente presentato dalla CAPTE-S non soddisfa gli alti requisiti per rafforzare il principio di separazione. L’obiettivo proposto dalla commissione del Consiglio degli Stati di stabilizzare a lungo termine il numero di edifici e l’impermeabilizzazione del suolo può consentire di raggiungere questi obiettivi, purché siano disponibili gli strumenti necessari. Sono però problematiche le nuove possibilità di costruzione e di cambiamento di destinazione all’esterno delle zone edificabili accordate ai cantoni. I limiti non sono definiti e sono contrari al principio costituzionale della separazione. L’attuale versione è insufficiente per fungere da potenziale controprogetto indiretto all’Iniziativa paesaggio.

Le organizzazioni promotrici dell’iniziativa paesaggio chiedono urgentemente al Parlamento di migliorare significativamente l’attuale progetto e di chiarire la situazione giuridica per le costruzioni al di fuori della zona edificabile in modo che l’obiettivo del tetto possa essere effettivamente raggiunto e il principio di separazione soddisfatto.

Persone di contatto: 

  • Responsabile della campagna Iniziativa paesaggio: Elena Strozzi, tel. 079 555 33 79 
  • Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio: Raimund Rodewald, direttore, tel. 079 133 16 39 
Copy link